Oblivio - non a caso viola

Descrizione

Impalpabile come colore, densa come terra, dura come bronzo, tenera come creta. L'opera in versi Oblìvio, non a caso viola. Strana e spiazzante, originale e coinvolgente. Poco italiana direi, sopratutto francese e dunque sorella di Rachilde, di Renée Vivienne e sopratutto della pastosa prosa di Colette. [...] Mai anodina, fulminante e filosoficamente tagliente, Titti Rigo de Righi resta sempre la creatrice e la disfattrice che gioca a comporre e scomporre l'universo.